ankara escort izmir escort rokettube mobil porno bursa escort rokettube porno film izle

MIGLIORAMENTO DELLA PROLIFICITA' DELLE SCROFE

Login Form

Trova nel sito

Utenti on line

Abbiamo 25 visitatori e nessun utente online

MIGLIORAMENTO DELLA PROLIFICITA' DELLE SCROFE

MIGLIORAMENTO DELLA PROLIFICITA’ DELLE SCROFE

I risultati del Libro genealogico italiano

 

La prolificità delle scrofe è un aspetto determinante per la sostenibilità economica dell’allevamento e per questo ha un posto di rilievo in tutti i programmi genetici. La misura della prolificità può essere realizzata considerando il numero di nati totali e/o quello di nati vivi. Le esperienze condotte in tutto il mondo hanno dimostrato che la selezione basata sul numero di nati totali ha come effetto indesiderato l’aumento del numero di nati morti e pertanto sono stati introdotti correttivi per porre l’attenzione sul numero di nati vivi e sulla vitalità dei suinetti.

 

I caratteri legati alla sfera riproduttiva della scrofa sono molto influenzati dall’ambiente e poco ereditabili (ereditabilità inferiore a 0,10) e questo ha ostacolato fino a non molti anni fa il miglioramento genetico e quindi produttivo delle scrofe. La svolta è avvenuta con la disponibilità dei nuovi sistemi di calcolo statistico (BLUP Animal Model) che hanno permesso di stimare il potenziale genetico con un discreto grado di attendibilità.

 

Il progresso genetico annuale per il numero di nati prima dell’uso di questi strumenti statistici non superava, secondo la letteratura scientifica, i 0,10 suinetti/anno mentre grazie alla loro applicazione è diventato di almeno 0,30 suinetti.

 

Nel programma di selezione del Libro genealogico italiano la valutazione genetica della prolificità con i modelli BLUP Animal Model è stata introdotta nel corso del 2000 ed ha raggiunto il definitivo assetto tecnico-organizzativo nel 2007.

 

Di recente il Servizio Studi di ANAS ha condotto un’indagine sui dati riguardanti la prolificità delle scrofe di razza pura nate tra il 1984 e il 2014.

 

I risultati dell’indagine dimostrano in modo inequivocabile, come del resto avviene nel resto del mondo, che il progresso genetico è stato realizzato grazie all’introduzione della valutazione genetica di verri e scrofe con l’apposito Indice Prolificità.

 

Infatti, prima della disponibilità della valutazione genetica (Indice prolificità) il progresso annuale nella razza Large White italiana era di solo + 0,05 suinetti nati vivi per parto, mentre a partire dal 2004 il trend annuale è diventato + 0,46 nati vivi per parto (scrofe primipare), e se si si considera l’ultimo quinquennio il dato è ancora più evidente e pari a + 0,65 nati vivi per parto.

 

Pertanto negli ultimi cinque anni la prolificità delle scrofe Large White italiane misurata come numero di nati vivi al primo parto è aumentata di 1,44 suinetti per parto.

 

I risultati raggiunti dimostrano l’efficacia dell’approccio tecnico fin qui seguito.

 

ANAS ha di recente adottato ulteriori iniziative tecniche per consolidare il potenziale riproduttivo delle scrofe, una di queste poggia sulla diffusione del seme di verri appartenenti alla Linea Alta Prolificità e un’altra è in avanzata fase di attuazione e consiste nel perfezionamento della valutazione genetica con il ricorso ad informazioni sul DNA (Selezione Genomica).